Due novembre 2021. È la data cerchiata in rosso sul calendario del Conservatorio “Pergolesi” di Fermo. Quel giorno, infatti, prenderà via il nuovo anno accademico, che il direttore Nicola Verzina ai microfoni di Radio FM1, ospite di Jessica Tidei,  ha illustrato partendo dagli interventi che interessano il piano fiati e non solo. “Siamo in una prospettiva di ripresa di quasi tutto in presenza, con lavori in corso per una parte dell’edificio ma che comportano la chiusura di altre aule sottostanti. La difficoltà sarà gestire gli spazi rimanenti: rimarremo per una parte delle materie collettive e teoriche in dad fino alla fine dei lavori, ma speriamo che almeno nel secondo semestre possiamo rientrare in possesso di tutte le aule”.

Perché nel frattempo il Conservatorio continua a crescere. “Nuovi corsi, nuove materie, più studenti: questo implica affrontare delle problematiche, ma andiamo avanti e siamo felici di riprendere questo nuovo anno accademico da novembre”.

Corposa l’offerta formativa dell’istituto fermano, a partire dal master di secondo livello in interpretazione della musica del Novecento e Contemporanea. “Abbiamo fatto il bando e stiamo aspettando di fare le ammissioni, inizierà entro dicembre questo terzo anno di un corso di perfezionamento che siamo contenti di portare avanti, essendo un ampliamento in chiave specialistica”.

Print Friendly, PDF & Email