“Per il terzo anno Banca Mediolanum è partner del Grand Tour delle Marche, un viaggio stupendo in 28 tappe in questa meravigliosa Regione, dalle montagne alle colline fino alla costa, dove si esplorano e si vedono tante di quelle buone cose che io stesso che ci vivo non pensavo esistessero”. E’ una dichiarazione d’amore per la sua terra, quella di Massimo Cupillari Wealth Advisor di Banca Mediolanum, che ospite del pomeriggio di Radio Fm1, ha annunciato un nuovo importante progetto che vede il coinvolgimento di Tipicità, Banca Mediolanum.   

“Come banca siamo partner e non sponsor del Grand Tour, una differenza a cui tengo molto – ha sottolineato Cupillari –  questo significa mettere dei contenuti all’interno dell’evento. Quest’anno ne abbiamo portato uno, di cui vado orgoglioso, ovvero una relazione che Banca Mediolanum ha instaurato con l’applicazione chiamata ‘AWorld’ delle Nazioni Unite. Questo ci consentirà di dare il nostro contributo fattivo al miglioramento del pianeta e alla sua sostenibilità”. 

“La sfida – ha aggiunto Cupillari –  è quella di cambiare i nostri piccoli ma determinanti comportamenti quotidiani perché possano contribuire a salvare il nostro Pianeta al contributo dell’unica App autorizzata dalle Nazioni Unite che ha l’obiettivo di educare chi avrà il piacere di scaricarla a mettere in campo comportamenti corretti. Ma nulla è migliorabile se non si misura. L’App ci consentirà di misurare l’impatto dei nostri comportamenti quotidiani sul Pianeta e attraverso piccoli suggerimenti ci consentirà di correggere quelli sbagliati” .

Non finisce qui. Tra gli eventi in programma, il prossimo lunedì 8 novembre al Fermo Forum alle ore 18.30, appuntamento con il Format di Banca Mediolanum “Centodieci è Ispirazione”, il ciclo di incontri che l’istituto dedica alla propria community con l’intento di favorire il contatto diretto con personalità che incarnano modelli d’eccellenza in diversi settori professionali. “Le idee vivono nei loro testimoni, in coloro che le sviluppano con passione e che si identificano in esse”. Ospite dell’appuntamento Oscar Farinetti. 

Print Friendly, PDF & Email