La Pasticceria Cardenà a Molini Girola a Fermo, è sinonimo di tradizione, passione e innovazione. Con oltre quattro decenni di storia, questa attività a gestione famigliare, ha mantenuto salda la propria identità artigianale.
Ieri mattina l’intervista a Radio Fm1 al titolare Matteo Ripani. “La nostra storia inizia 44 anni fa, con Carlo Felice, il padre di mia moglie Maria – esordisce -. Insieme a lei abbiamo compiuto passi significativi verso l’innovazione e l’eccellenza nel mondo del lievitato, senza però trascurare le altre specialità che caratterizzano la nostra offerta, come le colazioni, i rinfreschi e le torte da cerimonia”.

Ascolta l’intervista:

Matteo Ripani

Il riconoscimento più recente, conferito dall’associazione Doc Italy, ha elevato ulteriormente il prestigio della Pasticceria Cardenà. “Un premio ottenuto grazie ai prodotti utilizzati – aggiunge -. Per l’occasione siamo stati a Roma e ci hanno consegnato la fascia tricolore. Per tutto l’anno continueremo ad essere monitorati dai loro esperti per valutare tutte le fasi di produzione. Ciò è una garanzia in più per i nostri clienti”. Il segreto del successo della Pasticceria Cardenà risiede nell’attenzione ai dettagli e nella selezione accurata delle materie prime. “Il nostro protagonista indiscusso è il lievito madre – sottolinea -. Ogni giorno lo curiamo con tre rinfreschi, garantendo così la sua vitalità. L’uso di ingredienti di altissima qualità, senza conservanti, è per noi una priorità assoluta”.

Un esempio tangibile di questa dedizione è il procedimento seguito per la preparazione delle colombe. “Sicuramente richiede pazienza e maestria – spiega Matteo – occorrono 42 ore di lavoro, tre rinfreschi alternati, e una serie di passaggi che culminano nella cottura e nel riposo, fondamentale per garantire la perfetta consistenza e fragranza del prodotto finale”.
L’impegno e la competenza dello staff della Pasticceria Cardenà non sono passati inosservati nel panorama nazionale. Recentemente, sono stati selezionati tra le migliori 10 pasticcerie d’Italia al concorso di Bari ‘Colomba cioccolato a impasto nero’.
Ma le ambizioni di Matteo e del suo team non si fermano qui. “Dopo Pasqua, ci aspetta una stagione estiva ricca di eventi a Sant’Elpidio a Mare – anticipa -. Stiamo valutando anche la partecipazione a fiere e concorsi internazionali, come a Montecarlo e Barcellona, dove potremo far conoscere il nostro impegno e la nostra passione per la pasticceria marchigiana”.

SPAZIO PROMO-REDAZIONALE